Guida: Masterizzare le immagini ISO

Abbiamo visto come vedere se l’immagine ISO funzioni bene e come crearla tramite Daemon Tools. Se la ISO funziona, non è bene masterizzarla? Può essere molto utile questa operazione. Ad esempio, se volete installare Linux, questo passaggio è fondamentale, perché senza non farete nulla! Vediamo allora come masterizzarla. Verrà usato a questo scopo un programma molto diffuso come Img Burn.

SCARICAMENTO E INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE:

1. Scaricate il tool da qui. Scorrete la pagina e concentratevi sul primo riquadro. Poi cliccate sul pulsante che vi fa accedere al download e seguite le istruzioni.

2. Il file scaricato si chiamerà “SetupImgBurn_2.5.6.0.exe”. Fateci sopra un doppio click image.

3. Vi apparirà così una finestra di dialogo, che introdurrà l’installazione. Fate click su “Next” (in basso alla finestra).

image

4. Accettate le condizioni di licenza (ovviamente gratuita), spuntando l’unica voce presente. Quindi cliccate su “Next”.

image

5. Lasciate tutto predefinito e cliccate su “Next”. Ricordate che occorrono circa 7 Mb di spazio sul disco.

image

6. Assegnate successivamente un percorso, in cui i file del programma si andranno ad installare. Vi consiglio di lasciare tutto predefinito e di cliccare su “Next”. Altrimenti cliccate su “Browse…” per cambiare il percorso.

image

7. Fate ancora click su “Next” per avviare la copia dei file. Il processo richiedere qualche secondo.

image

8. Durante l’installazione, vi capiterà di avere un messaggio. Fate click su “Sì”, in modo da avere aggiornamenti periodici del programma (ricordate che gli aggiornamenti sono fondamentali per un corretto funzionamento del software!).

image

9. Quando finirà l’installazione, vi si aprirà il browser con la pagina dedicata a questo tool. Non fateci tanto caso, perché sono solo ringraziamenti. Potete quindi chiudere tranquillamente. Contemporaneamente, avrete l’ultima serie di finestre di dialogo. Se volete che il programma si avvii subito, non fate niente. Altrimenti, spuntate la voce “Run ImgBurn”. In ambedue casi, dovete cliccare comunque su “Finish”.

image

MASTERIZZAZIONE DEL FILE ISO:

Ricordate che l’icona di riferimento del programma è quella denominata “ImgBurn” image.

1. Aperto il programma, avrete davanti delle opzioni, che vi permettono di masterizzare da un file ISO, dai file, creare una ISO dal supporto ottico (l’abbiamo già visto in “Daemon Tools”), creare una ISO dai file e di verificare il disco (l’ultima opzione non la usate mai, perché tanto non vi servirà mai). A noi però interessa la prima, cioè la masterizzazione da un file ISO. Quindi cliccate sulla prima opzione.

image

2. La finestra cambierà volto e avrete le opzioni per masterizzare su un supporto ottico da un file ISO. Cliccate in alto a sinistra su “File” e poi su “Browse for a source file…”.

image

3. Ora navigate tra le vostre cartelle e cercate il vostro file ISO. Io, ad esempio, ho scelto “Desktop.iso”. Selezionatelo e poi fate click su “Apri”.

image

4. Fatto ciò, avrete le informazioni del file ISO. Dovete assolutamente tener spuntata la voce “Verify”, perché, una volta masterizzato il supporto ottico, il programma verificherà se la masterizzazione sia venuta bene. In basso a destra della finestra, trovate due caselle di testo. Nel prima, dovrete indicare la velocità di masterizzazione (vi consiglio di mettere sempre la velocità più bassa, perché, anche se occorrerà molto più tempo, la masterizzazione verrà più accurata, quindi senza errori). Nella seconda casella, potete scegliere quante copie volete fare per il supporto ottico. Impostato tutto, cliccate sul pulsante centrale in basso a sinistra (a me non è evidenziato perché uso virtualbox).

image

Più grande è il file da masterizzare, più lungo sarà il tempo impiegato per masterizzarlo. Se l’operazione è riuscita, potete etichettare il supporto e conservarlo nelle apposite custodie. Se l’operazione è fallita, la ripete. Se si tratta di un supporto ottico registrabile, lo dovrete “buttare” (solo in caso di masterizzazione fallita), mentre se è riregistrabile, basta reinserirlo e ripete l’operazione.

 ALTRE FUNZIONI DEL PROGRAMMA

Come abbiamo visto, il programma può eseguire anche altre operazioni e noi ne vedremo alcune

Masterizzazione dai file e cartelle

1. Aprite il tool e selezionate la seconda opzione dell’elenco.

image

2. Spuntate la voce “Auto” in basso a destra della finestra.

image

3. Cliccate in alto a sinistra su “File” e poi su “Browse for a source file…”.

image

4. Vi si aprirà una nuova finestra. Selezionate i vostri file di interesse. Se ne volete selezionare uno, basta farci sopra un click. Oppure, se volete selezionare più di un file, premete e tenete premuto il tasto Ctrl, poi cliccate sui file di vostro interesse. Fatto ciò, cliccate sul pulsante “Apri”.

image

5. A questo punto, la casella di testo di sinistra, originariamente bianca, si coprirà con i file che avete appena inserito. Mano a mano che inserite i file, il contatore a destra si coprirà di tacche e vuol dire lo spazio disponibile per il supporto ottico. Guardatelo molto bene, perché vi segnalerà quale supporto ottico inserire nel vano del masterizzatore. Se volete cancellare i file che avete appena inserito, basta selezionarlo e cliccare sulla croce rossa, in basso a destra rispetto alla casella di testo. Se volete inserire altri file, ripete la procedura dal passo 1. al 4. A questo punto, una volta aggiunti i file, cliccate sul pulsante in basso a sinistra della finestra.

image

Creare un file ISO da file

Abbiamo visto come creare un file ISO dal supporto ottico tramite Daemon Tools. Con questo tool invece, oltre a fare l’operazione appena descritta (che non vedremo, ovviamente), è possibile creare un file ISO da file e cartelle.

1. Aprite il programma e selezionate la IV opzione dell’elenco.

image

2. Spuntate la voce “Auto” in basso a destra della finestra.

image

3. Come per la funzione precedente, anche qui bisogna aggiungere i file. Pertanto, cliccate in alto a sinistra su “File” e poi su “Browse for a source file…”.

image

4. L’azione da eseguire è equivalente al passo 4. del paragrafo “Masterizzazione dai file e cartelle”.

5. Anche qui, se volete cancellare i file appena aggiunti, basta cliccare sulla croce rossa. A destra, trovate il contatore, che si riempirà all’aggiungere dei Mb di file. Guardate anche in alto, perché avrete la capacità finale del futuro file ISO. A questo punto scegliete la destinazione in cui salvare tale file. Pertanto, cliccate sulla piccola icona vicino alla casella di testo “Destination”.

image

6. Scegliete la destinazione navigando tra le cartelle. Poi date un nome al futuro file ISO e poi cliccate su “Salva”.

image

7. A questo punto cliccate sul pulsante in basso a sinistra per partire con la creazione del file ISO. Una volta creato, verrà verificato, in modo da assicurarsi che sia venuto bene. Se volete essere impeccabili, usate il programma Daemon Tools.

image[32]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: